Cambiamento 5 IDENTIFICARE L’ESSENZIALE

Ti stai esercitando tutti i giorni a cambiare definitivamente te stesso facendo tue tante piccole abitudini come: meditare almenno un minuto al giorno (cambiamento 1), non procrastinare (cambiamento 2), camminare tutti i giorni (cambiamento 3) e rendere flessibile la mente (cambiamento 4)? Se si, ecco il quinto cambiamento dei 52changes di Leo Babauta che ti renderà davvero soddisfatto come solo dedicarsi davvero a quello che piace nella vita eliminando le attività inutili riesce a fare.

Cosa e come fare? Compila una short-list delle cose fondamentali (per te).

Perché farlo? La prima regola è identificare l’essenziale e tagliare tutto quello che ci distrae. Siamo sommersi da troppi oggetti, attività, informazioni quindi perdiamo tempo in attività poco interessanti entrate casualmente a far parte della nostra vita.

Come farlo?

Giorno 1 – stendi la tua LONG-LIST (LL): la lista di tutti i tuoi impegni, ossia le cose che fai e, al lato, la lista delle cose che ti piacerebbe fare, se avessi tempo.

Giorno 2 – stendi la tua SHORT-LIST (SL): seleziona dalla LL le 4/5 cose che ami di più (per Babauta, in ordine sparso: scrivere, aiutare le persone, leggere, fare esercizio fisico e la sua famiglia)

Giorno 3 – controlla quali attività della SL sono nella LL e rifletti: se non mandi quella mail o non fai quella call, morirà qualcuno? Non vale la pena cancellare l’attività, per poterne svolgere una della SL?

Giorno 4 – pianifica del tempo per svolgere un’attività della SL che non hai mai tempo di fare e rispetta l’appuntamento a qualsiasi costo!

Continua il processo eliminando via via attività non presenti in SL per far posto a quelle per te importanti, prevedendo il tempo necessario. Semplificare significa dare spazio a ciò che davvero desideri!

***

Ecco la mia attuale short-list:

  • Passare più tempo con Francesco: giocare con lui NON SOLO aiutarlo a fare i compiti, ascoltarlo mentre fa i suoi ragionamenti, renderlo sempre più indipendente (con l’aiuto di Fabio)
  • Andare in palestra a giorni alterni e curare di più il mio aspetto fisico (capelli, abbigliamento, ecc.)
  • Organizzare il prossimo viaggio in famiglia (nelle vacanze di Natale – decidere con Fabio e Franci) e, nel frattempo, finire di scrivere dei viaggi passati (Marocco, Torino, ecc.)
  • Iscrivermi a un corso di scrittura creativa (quello Officina delle Parole)
  • Uscire almeno una volta al mese con le amiche (cinema, teatro, ecc.)

 

E ora… ciao. Mi attivo per non procrastinare le (poche) attività lavorative di oggi.