Torte dolci e salate a prova di imbranata

Il resoconto di un gradevole e produttivo pomeriggio trascorso con Elisabetta Cuturello di Cakes and co. (già intervistata qui) tra chiacchiere e impasti, consigli e ricette. E la sua missione (riuscita!): quella di insegnare a un’imbranata come me due ricette facili facili per preparare una torta salata e una dolce, da portare al prossimo pranzo condiviso con gli scout (ma potrei iniziare persino al prossimo Convivio per esercitarmi).

La professionalità di Elisabetta

Il bello delle serate tra food-blogger è che ci si conosce di persona (anche se, seguendoci online, sembra di conoscerci già da tempo) e nascono delle belle e sinergiche amicizie. Proprio alla degustazione di birre artigianali alla Buonerìa organizzata dalla nostra comune amica Chiara (aka forchettinagiramondo), Elisabetta, sentendomi dire che non riuscivo a preparare nulla di commestibile, davanti a mio marito (che le ha riso in faccia 🙂 ha promesso solennemente di insegnarmi l’ABC di una torta salata e di una dolce per evitarmi figure barbine alle uscite di Franci con pranzo condiviso. E ha mantenuto la promessa!

La professionalità di Elisabetta è iniziata dalla scelta della torta salata e di quella dolce da realizzare in circa 4 ore (un intenso pomeriggio). Qui le alternative di torte dolci, semplici ma buone: 1) Torta invisibile alle mele 2) Torta alle pere e gocce di cioccolato 3) Ciambella limone e zenzero 4) Torta alla cannella con panna montata (da tagliare in due e farcire) evitando creme strane e complicate da preparare. E ho scelto la ciambella limone e zenzero. Tra le torte salate ha puntato sulla pasta sfoglia o pasta brisèe, da acquistare già pronta al supermercato, con i possibili ripieni di verdure di stagione: 1) bietola e feta 2) zucca stracchino funghi (e salsiccia, a piacere) 3) gorgonzola e mele 4) rotolo di sfoglia prosciutto e formaggio. Ho scelto la più strana: gorgonzola e mele.

A questo punto abbiamo idenfiticato la data, un pomeriggio in cui entrambe eravamo libere, e mi ha mandato in anticipo gli ingredienti per fare la spesa. Il costo totale per realizzare le due torte, salata e dolce? Meno di 15euro! E dire che quando acquisto schiacciata imbottita oppure pizza rettangolare o torte dolci in pasticceria da portare ai pranzi condivisi spendo dai 30 ai 60 euro in scioltezza! Elisabetta mi ospita nella sua bellissima casetta appena acquistata e arredata con gusto contemporaneo, come piace a me (abitiamo anche vicino!) e iniziamo a lavorare. Partiamo dalla preparazione della panna acida, necessaria per la ciambella, che non sono riuscita a trovare al supermercato da lasciare un’oretta in frigo. Su questa pagina del blog Cakes and co. di Elisabetta trovate ingredienti e ricetta per realizzare la Ciambella Limone e Zenzero, compresa la preparazione della panna acida fatta davanti a me.

 

 

Quiche mele, gorgonzola e noci

Ingredienti: un rotolo di pasta brisèe, 2 mele golden, 1 uovo, 100g di gorgonzola (cremoso e piccante), 2 cucchiai di panna fresca, sale e pepe.

Preparazione: Sbucciate le mele e tagliatele a spicchi sottili. Sbriciolate il gorgonzola e mescolatelo all’uovo sbattuto insieme alla panna. Regolate di sale e di pepe. Preriscaldate il forno a 200°C. Srotolate la pasta brisèe su uno stampo tondo. Cuocete la sfoglia in bianco rivestendola con un disco di carta forno e una manciata di fagioli secchi e cuocetela in forno caldo per 15 minuti. Trascorsi i 15 minuti di cottura, eliminate i fagioli e la carta forno e farcite la brisèe con le fettine di mela su cui verserete il ripieno di crema al gorgonzola, preparato schiacciando il gorgonzola cremoso con l’uovo sbattuto e la panna fresca. E, perchè no, un’aggiunta di noci sminuzzati che si abbinano benissimo al gorgonzola e alle mele. Rimettete in forno e cuocete per altri 15 minuti (o finchè il composto si è asciugato). Sfornate e fate raffreddare la torta prima di servirla.

I trucchi delle torte di Elisabetta

Fare torte non è un compito semplice! Ed Elisabetta è molto scrupolosa in tutte le fasi di lavorazione. Ecco le sue risposte ad alcune mie domande (for dummies):

  • Perchè si pesano tutti gli ingredienti prima di iniziare? Per averli tutti pronti subito e, a volte, per rendersi conto in anticipo se manca qualcosa.
  • Perchè si setaccia la farina col lievito per dolci? Per evitare grumi e arieggiare il preparato in modo da ottenere una ciambella più morbida.
  • Perchè si cuoce la pasta brisèe con i legumi prima di aggiungervi il composto? Per evitare che rimanga cruda o, al contrario, che si bruci la base della torta salata.

Sono tornata a casa con la cena pronta in due recipienti presi in prestito, tortiera e stampo in silicone per ciambelle, che riporterò oggi pomeriggio ad Elisabetta. E le torte sono state gradite, in particolare la delicata ciambella che, tra cena, colazione e pranzo, abbiamo spazzolato con gusto. E adesso? Beh, ho fatto un po’ di shopping su Amazon per dotarmi di setaccio, recipienti per pesare e impastare, stampo per ciambella in silicone (e una sorpresa per Elisabetta). Eh si, perchè adesso non vedo l’ora prima di replicare le ricette tal quali, poi di apportare alcune variazioni agli ingredienti base a seconda del gusto e della stagione. Grazie, Elisabetta, della pazienza e del tempo che mi hai dedicato!